BNP Paribas, risultati trim2 migliori di attese mercato

BNP Paribas, risultati trim2 migliori di attese mercato

La più grande banca della zona euro ha registrato un utile trimestrale migliore del previsto, grazie a una forte crescita dei servizi di finanziamento alle imprese e nel reddito fisso, che ha in parte compensato il calo della divisione investimenti

 

L’utile netto di BNP Paribas è sceso del 4,9% nel trimestre che si è concluso a giugno, attestandosi a 2,81 miliardi di euro, oltre il consensus fornito dalla società di 2,49 miliardi di euro.

I ricavi del gruppo francese sono scesi dell’1,5% a 11,4 miliardi di euro, anche in questo caso sopra le attese, mentre il costo del rischio, il denaro accantonato per i prestiti in sofferenza, è risultato inferiore alle attese, a 689 milioni di euro.

L’istituto di credito francese ha confermato i propri target per il 2025.

Il ramo investimenti di BNP è stato zavorrato in particolare da un forte calo del trading FICC (fixed income, commodities, currencies), -18,4%, mentre il trading di equity e il servizio primario cedono il 3%.

La performance di BNP Paribas nel settore retail è in contrasto con i risultati di UniCredit e Santander, i cui utili hanno entrambi beneficiato del rimbalzo dei ricavi da prestiti dovuto all’aumento dei tassi di interesse.

I ricavi bancari in Francia sono limitati da norme rigorose sulla fissazione dei tassi sui mutui, che sono limitati e concessi essenzialmente a tasso fisso.

Anche il tasso di remunerazione fissato dal governo sul Livret A, il conto di risparmio più popolare in Francia ed esente da imposte, penalizza i margini delle banche.

 

 

Fonte:www.reuters.com