BoJ fa il contrario di Fed e Bce: tassi ancora negativi e controllo dei rendimenti

BoJ fa il contrario di Fed e Bce: tassi ancora negativi e controllo dei rendimenti

La Banca centrale giapponese ha mantenuto i tassi di interesse a livelli bassissimi venerdì e ha confermato il controllo sulla curva dei rendimenti prevedendo un miglioramento delle condizioni economiche e un calo dell’inflazione

 

La BOJ ha mantenuto il tasso di interesse di riferimento a un livello negativo dello 0,1% e ha segnalato che continuerà a consentire ai rendimenti dei titoli di Stato a 10 anni di muoversi in un intervallo compreso tra lo 0,5% e lo 0,5% negativo. I rendimenti dei titoli decennali giapponesi sono scesi dello 0,5% allo 0,424% dopo questa mossa.

Inoltre, la banca ha mantenuto l’attuale ritmo di quantitative easing, dichiarando che continuerà ad acquistare fondi negoziati in borsa e fondi di investimento immobiliare giapponesi.

La mossa della BOJ è stata in linea con le aspettative del mercato, con gli analisti che vedevano poco spazio per un rapido cambiamento della posizione dovish della banca sotto il nuovo governatore Kazuo Ueda.

L’atteggiamento dovish della BOJ la rende un’eccezione tra le principali banche centrali mondiali, che invece stanno aumentando bruscamente i tassi per frenare l’aumento dell’inflazione: la Federal Reserve ha segnalato mercoledì sera che potrebbe aumentare i tassi almeno altre due volte quest’anno, mentre la Banca Centrale Europea ha aumentato i tassi giovedì e ha segnalato altri aumenti in arrivo.

La posizione della BoJ ha pesato molto sullo yen, che venerdì era scambiato ai minimi di sette mesi rispetto al dollaro. Dall’altra parte, la debolezza della moneta ha innescato il rally delle azioni giapponesi, spingendole ai massimi di 33 anni, in quanto le condizioni monetarie allentate in Giappone hanno attirato grandi quantità di capitali stranieri in fuga dai tassi elevati di altri Paesi.

 

 

Fonte:www.investing.com