Borse asiatiche contrastate, rally dei tech cinesi

In attesa dei dati sull’inflazione, i listini asiatici sono in contrasto, mentre i principali titoli tecnologici cinesi hanno registrato un’impennata grazie alle misure meno severe adottate dal governo nei confronti del settore

 

L’indice Hang Seng di Hong Kong è stata la borsa asiatica che ha registrato la migliore performance mercoledì, con un rialzo di oltre l’1% ai massimi di sei mesi.

Le principali aziende tecnologiche cinesi Alibaba Group Holding Ltd e Tencent Holdings Ltd sono state tra i maggiori rialzi dell’indice, salendo tra il 3% e il 5% dopo che la Cina, all’inizio della settimana, ha segnalato che ridurrà il controllo normativo sulle maggiori aziende internet del Paese.

In salita anche le borse cinesi, con gli indici Shanghai Shenzhen CSI 300 e Shanghai Composite che hanno guadagnato circa lo 0,3% ciascuno. I mercati attendono ora i dati sull’indice dei prezzi al consumo, in agenda per giovedì, per valutare se la pressione sui prezzi sia migliorata con l’abolizione delle restrizioni anti-COVID.

L’indice giapponese Nikkei 225 ha guadagnato quasi l’1% con i titoli orientati all’esportazione sulla recente debolezza dello yen.

L’indice australiano ASX 200 è salito dello 0,9% dopo che i dati hanno mostrato che le vendite al dettaglio sono salite più del previsto nel mese di novembre, grazie soprattutto all’evento dello shopping del Black Friday. Ma un dato separato ha mostrato che l’inflazione CPI nel Paese è rimbalzata ai massimi degli ultimi 30 anni.

 

 

Fonte:www.investing.com