Borse europee in calo nel giorno della Bce

Borse europee in calo nel giorno della Bce

Avvio in negativo per i principali listini del Vecchio Continente, con gli investitori che si aspettano tassi invariati nella riunione della Bce. A Milano da seguire Nexi, dopo il tonfo di ieri. Sale il prezzo del gas, scende il petrolio

 

I listini europei iniziano la giornata di contrattazioni sotto la parità, con gli investitori che attendono le indicazioni sui tassi da parte della Bce: a Milano il Ftse Mib apre a -0,70%, il Dax di Francoforte a -1,17%, il Cac 40 di Parigi a -1,07%, l’Ibex 35 di Madrid a -0,71% e il Ftse 100 di Londra a -0,59%.

La Bce, secondo la maggior parte degli analisti, lascerà invariati i tassi di interesse nella riunione di oggi. Spostandoci in Usa, si attende il dato preliminare sul Pil del terzo trimestre, atteso in crescita del 5%, oltre ai sussidi e agli ordini di beni durevoli.

Guardando all’azionario, prosegue la stagione delle trimestrali: crolla in apertura Saipem (-9,6%) che ha comunicato ieri i numeri dopo la chiusura del mercato. Occhi puntati anche su Nexi (-2,4%), dopo il tonfo della vigilia, e su Stellantis (-0,8%), che ha annunciato di investire 1,5 miliardi per rilevare il 20% della cinese Leapmotor.

Sul fronte valutario, il dollaro è in rialzo, rafforzandosi a seguito dell’aumento dei rendimenti dei Treasury, con il trentennale Usa oltre il 5%. L’euro scende a 1,054 dollari. In ribasso il costo del petrolio, con il Brent scadenza dicembre che tratta a 89,54 dollari al barile. Sale il gas (+3,7%) a 51,8 euro al megawattora. Lo spread apre a 207 punti base, stabili il rendimento del decennale del Tesoro al 4,95%.

 

 

Fonte:www.financialounge.com