Credit Suisse rinuncia a piano banca cinese su conflitti regolamentari Ubs

Credit Suisse rinuncia a piano banca cinese su conflitti regolamentari Ubs

Lo hanno riferito due fonti a conoscenza della situazione

 

Credit Suisse ha abbandonato il progetto di costituire una banca locale in Cina per evitare un potenziale conflitto regolamentare derivante dalla fusione con UBS.

Negli ultimi anni Credit Suisse aveva in programma la creazione di una banca locale cinese interamente controllata, che avrebbe rafforzato la presenza del gruppo nel Paese e consentito di creare una propria rete di filiali per raccogliere depositi ed espandere le attività di gestione patrimoniale onshore.

Tuttavia, secondo le due fonti a conoscenza della questione, Credit Suisse, dopo anni di investimenti e preparativi, ha deciso di abbandonare i piani per richiedere la licenza per la creazione della cosiddetta banca locale.

La decisione di abbandonare il progetto è stata motivata dal fatto che Ubs, che sta acquisendo Credit Suisse nell’ambito di un salvataggio orchestrato dal governo svizzero, dispone già di una banca con sede locale in Cina.

Al momento non è stato possibile avere un commento da parte dell’autorità di regolamentazione bancaria cinese, la National Financial Regulatory Administration, da parte di Credit Suisse e di Ubs.

 

 

Fonte:www.reuters.com