Ddl riforma fiscale, atteso ok Camere prima di pausa estiva

Ddl riforma fiscale, atteso ok Camere prima di pausa estiva

Il governo si appresta a superare l’ultimo importante ostacolo legislativo per l’introduzione del contestato Ddl delega di riforma fiscale, che prevede tagli alle imposte e maggiore margine di manovra delle autorità negli accordi con imprese e persone fisiche che evadono le tasse

 

Il Senato adotterà oggi la riforma, mentre alla Camera spetta il compito di approvarla con un voto definitivo all’inizio della prossima settimana. Il governo di Giorgia Meloni avrà due anni per l’attuazione.

Secondo gli ultimi dati del Tesoro, l’evasione fiscale è costata allo Stato 90 miliardi di euro nel 2020, ma Meloni favorisce un approccio più flessibile rispetto a Mario Draghi.

Il governo ha varato 13 condoni fiscali dal suo insediamento in ottobre e la scorsa settimana ha segnalato che potrebbe abbassare gli obiettivi di riduzione dell’evasione fiscale nell’ambito di una revisione programmata del Pnrr.

Tra le diverse riforme, Meloni vuole eliminare le sanzioni penali contro le imprese che dichiarano di aver evaso le tasse e accettano, collaborando con le autorità fiscali, di saldare gli importi dovuti.

Il governo intende anche ridurre le attuali fasce di reddito da quattro a tre e introdurre un modello di flat tax prima delle elezioni del 2027.

L’opposizione critica la riforma sostenendo che tutela gli evasori, mentre i sindacati contestano che andrebbe a vantaggio soprattutto dei ricchi.

Bankitalia ha detto a maggio che la flat tax potrebbe rivelarsi irrealistica a causa dei vincoli di bilancio e dell’onere della spesa sociale.

 

 

Fonte:www.reuters.com