Dollaro in calo, i trader valutano le dichiarazioni della Fed

Il dollaro statunitense è sceso nei primi scambi europei di giovedì, con i trader che hanno assimilato una serie di dichiarazioni da parte dei policymaker della Federal Reserve in vista della pubblicazione dei dati cruciali sull’inflazione della prossima settimana

 

Alle 09:10 CET, l’indice del dollaro, che tiene traccia del biglietto verde rispetto a un paniere di sei altre valute, era in calo dello 0,1% a 103,140, in calo dal massimo di un mese di 103,96 raggiunto martedì.

L’indice è sceso all’inizio della settimana dopo che il presidente della Fed Jerome Powell ha riaffermato che è in corso un processo di disinflazione e dopo che alcuni suoi colleghi hanno precisato che sono necessari altri rialzi dei tassi di interesse per avere il pieno controllo dell’inflazione.

Il cambio EUR/USD è salito dello 0,3% a 1,0741, trovando sostegno nella probabilità di ulteriori aumenti dei tassi di interesse da parte della Banca Centrale Europea dopo che l’inflazione tedesca è rimasta elevata.

Il cambio GBP/USD è salito dello 0,3% a 1,2104, il cambio USD/JPY è sceso dello 0,3% a 131,01, mentre la coppia AUD/USD, sensibile al rischio, è salita dello 0,7% a 0,6974.

Il cambio USD/SEK è sceso dello 0,3% a 10,5560 in vista del vertice della Riksbank per la definizione delle politiche della Svezia.

 

 

Fonte:www.investing.com