Forex, dollaro non lontano da minimo tre mesi, guarda a mosse Fed

L’indice del dollaro si mantiene in prossimità del minimo degli ultimi tre mesi e si avvia a chiudere la settimana in negativo, penalizzato dalla prospettiva che la Federal Reserve prema meno l’acceleratore sui rialzi dei tassi

 

Rispetto ai minimi segnati sulla piazza asiatica, il biglietto verde recupera, ma il cambio euro/dollaro non si allontana dal record degli ultimi quattro mesi segnato qualche giorno fa a 1,4081 dollari.

Grazie alla debolezza di fondo del dollaro, la sterlina resta solidamente sui massimi degli ultimi tre mesi.

Gli operatori avvertono che il calo dei volumi sul mercato, considerata la pausa Usa di ieri per il Ringraziamento e la chiusura anticipata di oggi, potrebbe tradursi in un aumento della volatilità.

Sulla curva dei rendimenti tedeschi, secondo i dati Refinitiv, il tratto 2/10 anni segna l’inversione più profonda da ottobre 1992.

 

 

Fonte:www.reuters.com