Ftc Usa apre indagine su OpenAi per dichiarazioni fuorvianti

Ftc Usa apre indagine su OpenAi per dichiarazioni fuorvianti

È quanto emerge da un documento

 

La Federal Trade Commission Usa ha aperto un’indagine su OpenAi, lo sviluppatore di ChatGpt, sostenendo che ha violato le leggi sulla tutela dei consumatori mettendo a rischio la reputazione e i dati personali, secondo una richiesta di informazioni inviata alla società.

La mossa rappresenta la più forte minaccia normativa per la startup di intelligenza artificiale generativa sostenuta da Microsoft, che ha attirato l’interesse di consumatori e aziende, sollevando al contempo preoccupazioni per i potenziali rischi.

Questa settimana la Ftc ha inviato una richiesta di documentazione di 20 pagine su come OpenAi affronta i rischi legati ai suoi modelli di intelligenza artificiale. L’agenzia sta indagando se l’azienda abbia messo in atto pratiche sleali o ingannevoli che hanno causato “danni alla reputazione” dei consumatori.

Una delle domande riguarda le misure adottate da OpenAi per affrontare il rischio che i suoi prodotti “generino dichiarazioni false, fuorvianti o denigratorie su individui reali”.

Il Washington Post è stato il primo a dare notizia dell’indagine. La Ftc e OpenAi non hanno lasciato alcun commento.

 

 

Fonte:www.reuters.com