Gb: inflazione rallenta nettamente, allentate pressioni su Bank of England

Gb: inflazione rallenta nettamente, allentate pressioni su Bank of England

È quanto emerge dai dati ufficiali

 

L’inflazione britannica ha rallentato più del previsto a giugno e si è attestata al 7,9%, il valore più basso in oltre un anno.

Le attese Reuters avevano previsto che il tasso annuale del Cpi a giugno sarebbe sceso all’8,2% dall’8,7% di maggio, allontanandosi ulteriormente dai massimi di 41 anni dell’11,1% di ottobre, ma rimanendo comunque ben al di sopra del target del 2% della BoE.

A maggio la BoE aveva detto di aspettarsi che l’inflazione di giugno sarebbe scesa al 7,9%.

Ora, secondo i mercati, il mese prossimo è più probabile un aumento di 25 punti base rispetto a quello di 50 punti base previsto ieri.

Il tasso di interesse al 6% non è più completamente scontato, come invece era stato previsto ieri.

Anche l’inflazione “core”, che esclude i prezzi di alimentari, energia, alcol e tabacco e che la BoE utilizza per misurare le pressioni sui prezzi sottostanti, è diminuita più del previsto, attestandosi al 6,9% dal 7,1% di maggio, il valore più alto in oltre 30 anni. Gli economisti intervistati da Reuters si aspettavano che l’indice “core” della crescita dei prezzi si mantenesse al 7,1%.

La BoE dovrebbe alzare i tassi di interesse per la 14esima volta consecutiva il 3 agosto, dopo aver già aumentato il tasso di base al 5% a maggio dallo 0,1% di dicembre 2021.

 

 

Fonte:www.reuters.com