Greggio, prezzi stabili in vista dati inflazione Usa

Greggio, prezzi stabili in vista dati inflazione Usa

I prezzi del greggio sono stabili in attesa dei dati sull’inflazione statunitense, che probabilmente influenzeranno la politica monetaria della Federal Reserve in materia di rialzo dei tassi di interesse

 

Intorno alle 11,40, il Brent guadagna lo 0,34% a 85,90 dollari al barile, mentre il West Texas Intermediate sale dello 0,29% a 81,77 dollari al barile.

Secondo un sondaggio condotto da Reuters, l’IPC degli Stati Uniti dovrebbe mostrare un aumento dell’inflazione core di marzo dello 0,4% su base mensile e del 5,6% su base annua.

Intanto, i dati dell’American Petroleum Institute (Api) hanno mostrato che le scorte di greggio sono aumentate di circa 380.000 barili nella settimana conclusasi il 7 aprile, contro le previsioni di otto analisti interpellati da Reuters per un calo di 600.000 barili.

Allo stesso tempo, sempre secondo il rapporto Api, le scorte di benzina sono aumentate di circa 450.000 barili, mentre gli analisti si aspettavano un calo di 1,6 milioni di barili.

Il governo statunitense pubblicherà i dati sulle scorte oggi alle 16,30.

 

 

Fonte:www.reuters.com