I conti Unicredit battono le attese, titolo in rialzo a Piazza Affari

I conti Unicredit battono le attese, titolo in rialzo a Piazza Affari

Utile record di 6,7 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2023, agli azionisti Unicredit andranno almeno 6,5 miliardi di euro. A Wall Street oggi la pubblicazione dei conti Alphabet e Microsoft

 

Avvio nel segno della cautela per i principali listini del Vecchio Continente. L’indice Ftse Mib apre intorno alla parità, nonostante il +2% di Unicredit che ha appena pubblicato i conti del trimestre. Poco mosse anche le altre Borse.

UniCredit ha chiuso i primi nove mesi del 2023 con un utile netto contabile di 6,7 miliardi di euro, in aumento del 67,7% rispetto allo stesso periodo del 2022. Nel terzo trimestre l’utile è aumentato del 35,9% a 2,3 miliardi, a fronte degli 1,9 miliardi previsti da un consensus tra gli analisti pubblicato sul sito dell’istituto. Tornando ai nove mesi, i ricavi sono aumentati del 24,7% a 8,1 miliardi, con margine di interesse a 4,7 miliardi (+66,7%) e commissioni a 3,1 miliardi (-6,2%). In calo dell’1,9% a 2,9 miliardi i costi operativi, per un rapporto cost/income sceso al 39% nel terzo trimestre.

Sul fronte macroeconomico, in Europa sono in arrivo i dati del Pmi manifatturiero e servizi di ottobre, importanti per tastare il polso all’economia europea in vista del meeting della Bce di giovedì.

A Wall Street c’è attesa per i conti delle Big Tech: Microsoft e Alphabet (oggi), Meta e Ibm (domani), Amazon e Intel (giovedì), mentre Apple pubblicherà i conti trimestrali il 2 novembre. Sempre dagli Usa, in arrivo giovedì la stima del preliminare del Pil del terzo trimestre, mentre venerdì è in programma l’inflazione Pce.

Il petrolio è in rialzo, i contratti del Wti dicembre salgono dello 0,35% a 85,79 dollari al barile, quelli del Brent di pari scadenza dello 0,29% a 90,09 dollari. Infine, il gas naturale scambiato ad Amsterdam, dopo avere segnato una prima posizione a 51 euro al megawattora, cede l’1,5% a 50,5 euro. Bitcoin in rialzo del 5,15% a 31.391 dollari.

 

 

Fonte:www.financialounge.com