In Borsa volano UniCredit dopo trimestrale e Mediobanca per mossa Caltagirone

In Borsa volano UniCredit dopo trimestrale e Mediobanca per mossa Caltagirone

Avvio sopra la parità per i principali listini europei. Francesco Caltagirone sale al 9,9% nel capitale di Mediobanca

 

Le Borse europee iniziano la giornata di contrattazioni in rialzo, nel giorno in cui la Federal Reserve dovrebbe aumentare ulteriormente i tassi di interesse: a Milano il Ftse Mib apre a +0,96%, il Dax di Francoforte a +0,38%, il Cac 40 di Parigi a +0,51%, l’Ibex 35 di Madrid a +0,56% e il Ftse 100 di Londra a +0,49%.

Gli investitori si aspettano un ulteriore aumento di 25 punti base da parte della Fed, portando i tassi al 5-5,25%. Importanti saranno anche le indicazioni sulle prossime mosse, dal momento che un rallentamento dell’economia nella seconda parte dell’anno potrebbe far rallentare la stretta.

Scende il prezzo del petrolio, che ieri ha perso il 5%, con la preoccupazione per il calo della domanda cinese che ha spinto le quotazioni al ribasso: il Wti giugno si attesta a 71,6 dollari al barile, sui minimi da oltre un mese, mentre il Brent scadenza luglio tratta a 75,3 dollari al barile. Il cambio euro/dollaro torna sopra 1,10, a 1,1032.

Sul versante dei singoli titoli, a Piazza Affari da seguire la reazione del mercato alle trimestrali di Stellantis (-1%) e UniCredit (che apre a +5,8% dopo rialzo guidance), ma anche al rafforzamento dell’imprenditore romano Francesco Caltagirone, che arriva al 9,9% nel capitale di Mediobanca (+2,34%). Lo spread apre in lieve calo a 189 punti base, con il rendimento del decennale del Tesoro stabile al 4,16%.

 

 

Fonte:www.financialounge.com