Istat, produzione industria luglio cala oltre attese mentre economia rallenta

Istat, produzione industria luglio cala oltre attese mentre economia rallenta

È quanto emerge dai dati diffusi stamani da Istat

 

Dopo due mesi di crescita congiunturale, la produzione industriale italiana si mostra nuovamente in marcato calo a luglio, inaugurando negativamente il terzo trimestre dell’anno tra i crescenti timori di un rallentamento dell’economia.

Infatti, nel mese osservato la produzione dell’industria flette dello 0,7% su mese dopo il +0,5% di giugno (e il +1,7% di maggio), a fronte di un consensus pari a -0,3%.

Corretta per gli effetti di calendario, a luglio la produzione segna un decremento del 2,1% su anno dopo il -0,7% (rivisto da -0,8%) del mese prima. I giorni lavorativi di calendario sono stati 21, come a luglio 2022.

Tra i principali comparti, a livello tendenziale cresce solo quello dei beni strumentali (+3,0%). Diminuiscono, invece, i beni di consumo (-3,7%), l’energia (-4,0%) e i beni intermedi (-4,5%). Solo tre settori di attività economica su 16 presentano variazioni annue positive nel mese in esame.

L’economia italiana ha ripreso a contrarsi nel secondo trimestre dell’anno, con una flessione congiunturale del Pil, di cui la produzione industriale è un buon anticipatore, pari allo 0,4%, dovuta soprattutto alla debolezza della domanda interna.

Secondo diversi analisti, la frenata mette a rischio la previsione annua di crescita contenuta nel Def, pari a 1%, che il governo si appresta ad aggiornare entro il 27 settembre nella Nadef.

 

 

Fonte:www.reuters.com