Italia, settore servizi accelera a febbraio

Il settore dei servizi in Italia è cresciuto al ritmo più veloce degli ultimi otto mesi, grazie all’aumento delle nuove attività, mentre sono emersi segnali di allentamento delle pressioni sui costi delle imprese, secondo un’indagine condotta oggi

 

L’indice dei responsabili degli acquisti (Pmi) di S&P Global per il comparto è salito a 51,6 a febbraio da 51,2 di gennaio, il secondo mese consecutivo al di sopra della soglia dei 50 punti che separa la crescita dalla decrescita.

Secondo S&P Global, le aziende sperano che la ripresa dell’attività e di nuovo business si mantenga nei prossimi mesi, con la fiducia nel futuro che si è rafforzata a febbraio, raggiungendo il livello più alto da aprile 2022.

“Un altro aumento dell’attività del settore dei servizi, e ad un ritmo accelerato, rafforza l’opinione che l’economia italiana stia, in termini relativi, attraversando con successo l’inverno ed eviterà quella che solo pochi mesi fa sembrava una recessione certa”, ha detto Paul Smith, direttore economico di S&P Global Market Intelligence.

Un’indagine condotta mercoledì sul settore manifatturiero italiano ha mostrato che anche l’attività delle fabbriche ha registrato un’accelerazione a febbraio.

Dopo oltre un anno di lotta all’inflazione, i costi delle società di servizi sono aumentati a febbraio al ritmo più lento degli ultimi 16 mesi, anche se le imprese hanno riferito che i salari hanno continuato a essere un fattore chiave dell’incremento dei costi.

Secondo S&P, le società di servizi hanno trasferito ai clienti una parte significativa dell’aumento delle spese operative.

 

Fonte:www.reuters.com