L’energia elettrica greca conquisterà l’Europa

La Grecia aspira a diventare un esportatore europeo di elettricità

 

Ad Alessandropoli, nel nord-est della Grecia, affacciata sul mar Egeo, è iniziata la costruzione di una nuova centrale elettrica a gas. L’impianto utilizzerà il Gas Naturale Liquefatto (GNL), attualmente il combustibile a minor impatto ambientale, proveniente da una stazione galleggiante in costruzione nell’area.

Si tratta di un notevole passo in avanti: la nuova centrale elettrica a gas, che può utilizzare anche l’idrogeno, svolgerà un ruolo-chiave per la Grecia, salvaguardando la sicurezza energetica nel Paese e aumentando il proprio potenziale di esportazione di elettricità, e per l’Europa, rappresentando un altro mezzo per sostenere l’indipendenza energetica del Vecchio Continente.

La Bulgaria sarà il primo Paese in cui verrà esportata l’elettricità prodotta dalla centrale di Alessandropoli.

Il nuovo impianto dovrebbe diventare operativo nel 2026.

 

 

Fonte:www.euronews.com