Listini asiatici in salita, Powell parla di disinflazione

Listini asiatici perlopiù in salita mercoledì dopo che il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell, mentre il Nikkei giapponese è rimasto indietro a causa di una serie di guadagni deboli

 

I titoli tecnologici hanno seguito i guadagni della notte a Wall Street, con l’indice sudcoreano KOSPI, l’indice Taiwan Weighted e l’indice di Hong Kong Hang Seng in rialzo tra lo 0,4% e l’1,3%.

In un discorso molto atteso martedì, Powell ha ribadito che gli Stati Uniti stanno vivendo una fase di disinflazione dopo una serie di forti aumenti dei tassi di interesse fino al 2022, avvertendo che la forza del mercato del lavoro e l’inflazione ostinata potrebbero spingere a ulteriori rialzi dei tassi d’interesse quest’anno.

Tuttavia, i mercati hanno interpretato il suo discorso come un segnale che il ciclo di rialzi dei tassi della Fed finirà per attenuarsi quest’anno. L’indice del dollaro è sceso durante la notte, così come il rendimento dei Treasury USA.

L’indice giapponese Nikkei 225 ha perso lo 0,4% dopo i risultati deludenti di Nintendo Co Ltd, Softbank Group Corp e Sharp Corp. I tre titoli sono crollati tra il 5,9% e l’11,2% dopo aver registrato un calo a sorpresa dei loro utili trimestrali.

In attesa dei dati sull’inflazione di gennaio previsti per la fine della settimana, titoli cinesi sono rimasti in sordina. Si prevede che la lettura faccia luce su una potenziale ripresa economica dopo che il Paese ha allentato la maggior parte delle misure anti-COVID all’inizio di quest’anno.

I titoli indiani sono saliti, con gli indici BSE Sensex 30 e Nifty 50 che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,3% e lo 0,6%, in attesa del vertice della Reserve Bank of India. La banca centrale dovrebbe aumentare i tassi di 25 punti base e annunciare una pausa nel suo ciclo di rialzo dei tassi, data la recente flessione dell’inflazione.

Le azioni delle aziende in difficoltà che fanno capo al conglomerato Adani Group hanno esteso la loro ripresa alla seconda sessione consecutiva dopo che il gruppo ha dichiarato che inizierà a ridurre i suoi livelli di debito.

Adani Enterprises Ltd, l’azienda di punta del gruppo, è balzata del 10%.

 

 

Fonte:www.investing.com