L’oro supera i 2.000 dollari, Kashkari della Fed segnala una recessione

L’oro supera i 2.000 dollari, Kashkari della Fed segnala una recessione

I prezzi dell’oro sono saliti oltre i livelli chiave questo mercoledì, spinti dall’acquisto di beni rifugio dopo che il presidente della Federal Reserve di Minneapolis ha segnalato una potenziale recessione quest’anno

 

Neel Kashkari ha dichiarato che l’aumento dei tassi di interesse e il rallentamento dei prestiti dopo il crollo di diverse banche statunitensi potrebbero innescare una potenziale recessione quest’anno.

I suoi commenti precedono i dati sull’inflazione dei prezzi al consumo.

L’oro spot è balzato dello 0,5% a 2.013,33 dollari l’oncia, mentre i future dell’oro sono saliti dello 0,5% a 2.028,25 dollari l’oncia al momento della scrittura. Entrambi gli strumenti sono ora a circa 60 dollari dal massimo storico del 2020.

La prospettiva di una recessione negli Stati Uniti ha stimolato la domanda di oro come bene rifugio, che ha registrato un’impennata dall’inizio di marzo, mentre il crollo di diverse banche statunitensi ha alimentato le aspettative che la Fed abbia un margine di manovra limitato per continuare ad aumentare i tassi di interesse.

Una pausa nel ciclo di rialzi dei tassi della Fed è di buon auspicio per l’oro e per altri asset non remunerativi, dato che comporta un minor costo per la detenzione di tali asset. Il dollaro è sceso ulteriormente rispetto a un paniere di valute mercoledì, mentre anche il rendimento dei Treasury è sceso negli scambi notturni.

Altri metalli preziosi hanno registrato forti guadagni mercoledì, con i future del platino in salita dello 0,6% a 1.010,80 dollari l’oncia, mentre i future dell’argento sono saliti del 2,1% a 25,475 dollari l’oncia.

I future del rame sono rimasti fermi a 4,0297 dollari la libbra, sotto pressione anche per i nuovi segnali che indicano che la ripresa economica in Cina si sta esaurendo.

Il rallentamento dell’attività manifatturiera in tutto il mondo ha mantenuto gli operatori largamente avversi al rame, e si prevede che questa tendenza continuerà nel breve termine con il peggioramento delle condizioni economiche.

 

 

Fonte:www.investing.com