Ue aperta a “una certa flessibilità” su Pnrr

Tajani ha detto che la Commissione europea è aperta a “una certa flessibilità” per quanto riguarda il piano di ripresa dell’Italia finanziato dall’Unione europea

 

Parlando a margine di un evento all’Università Bocconi di Milano, il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha detto che l’Italia rispetterà tutti gli impegni legati al piano, ma è in trattativa con Bruxelles su una possibile flessibilità in merito.

L’Italia è il maggior beneficiario del fondo di ripresa post-pandemica Ue e riceverà circa 200 miliardi di euro fino al 2026.

In cambio, l’Italia deve rispettare una serie di “obiettivi e tappe fondamentali” di riforma e spendere i fondi stanziati entro un determinato periodo di tempo.

 

 

Fonte:www.reuters.com